Busto rosso è un dipinto a olio su cartone (81 x51 cm) realizzato nel 1913 del pittore italiano Amedeo Modigliani. Fa parte di una collezione privata francese. Modigliani si ispirò all’arte africana nel realizzare quest’opera, corrente che influenzò molto la produzione parigina tra il 1905 e il 1906. Modigliani è stato un pittore italiano. Nato a Livorno nel 1884, morì a  Parigi nel 1920. Fu molto importante per la maturazione della sua pittura il suo trasferimento a Parigi: qui fu a contatto con gruppi d’avanguardia di quel periodo, soprattutto con i fauves. Rielaborando le fonti di Pablo Picasso, H. de Toulouse-Lautrec e Paul Cézanne, da cui fu influenzato in un primo momento a Parigi, utilizzò l’unità dei ritmi lineari e coloristici nell’esplorazione della figura umana. Le sculture, che espose agli Indépendants nel 1912, in seguito a una prima esposizione (1908) che raffigurava opere nettamente ispirate a Cézanne, sono teste allungate dalla bellezza angolosa e secca. Esse mostrano anche un allargamento delle sue esperienze verso l’arte arcaica e l’arte negra. Il quadro Nudo Rosso, esposto nella sua prima mostra personale nel 1918 presso la Galleria Weil, fu giudicato indecente e di conseguenza fu ordinata la chiusura dell’esposizione. Loading…La sua ricerca stilistica ebbe di mira la perfetta unità di ritmi lineari e coloristici: il segno, estremamente sensibile, mira a trasfigurare l’immagine secondo una musicale sequenza di curve, il colore è intenso, smaltato, prezioso, una umanità profonda traspare dalla ricercata deformazione della figura. Questo è l’unico e insistente tema della pittura di Modigliani, studiato in inquadrature ravvicinate e con taglio modernissimo, dalla tensione delle linee, dai semplici e tuttavia audacissimi accordi del colore. Assai notevoli, per la purissima ritmica del segno, sono i suoi numerosi disegni.  IDOLO FEMMINILE, ARTE CICLADICA  Nelle opere dell’arte cicladica dominano la centralità della figura umana. Esse mostrano una forte derivazione dal dato naturale ma sono realizzate con linee essenziali e un senso della simmetria e dell’equilibrio estremo. I manufatti più caratteristici sono i cosiddetti “idoli”: sculturine in marmo che rappresentano per lo più figure femminili. il corpo viene raffigurato solitamente con le gambe scostate e distese, i piedi allungati come in un corpo supino, le braccia piegate sul ventre, il corpo diritto e il capo piegato all’indietro. Il pube e le dita dei piedi sono definiti da poche incisioni, mentre il seno è rappresentato da una piccola 

x

Hi!
I'm Joan!

Would you like to get a custom essay? How about receiving a customized one?

Check it out